Tag

, , , , , , ,

Non c’è un sapore che io preferisco al sapore della pelle. Perché è salato,vivo,crudo. Posso sentire le vibrazioni del corpo quando la lingua, calda prende contatto. Chiudo gli occhi e mi nutro.
Io amo il caos, il disordine, la gioia e la tristezza. Tutto è espresso perché io sono espressione.
Hanno scricchiolato le ossa come un canto di rane in amore e i miei buchi sono un labirinto di piacere. Ho nostalgia di te. Styská se mi po tobe.
Colmare le venature dell’ anima con la pazzia,il sudore,la saliva, la passione; non ha senso la vita senza tutto ciò.
Questo è il mio elogio alla verità. Perchè non c’è niente di più autentico della pazzia e della tua lingua che mi accarezza i lobi. Viva la vita, il piacere della sofferenza,il fiato,la merda,il sangue,il cibo,il vino.
il mio respiro muore sotto di te , i miei piedi accarezzano i tuoi. Sei una montagna e mi seppellisci viva, calda,tremante.
l’inverno ci ha congelati,stesi su un divano graffiato,vecchio e sporco. Il sole mi ha fatto aprire le gambe, ha illuminato il mio corpo nudo attraverso le fessure delle finestre, Tu mi hai guardata e io sono sprofondata in quella laguna antica,immobile ed eterna che sono i tuoi occhi. L’amore per te mi fa arrendere. E io che sono miserabile quanto una formica non ho più paura né della vita, né della morte.
Scricchioleranno le foglie gialle sotto il nostro passo, in un altro autunno e io ti camminerò affianco. Ti amo.Ti amo. Ti amo. E adesso lasciami piangere.

Annunci