Tag

, , , , , , , , , , ,

Prego. Sono atea ma prego. Ave Maria.

G.ha uno spettro-psicotico e l’epilessia. Sua madre è morta da poco. Non la vede da quindici  anni ma comunque è la sua mamma ed il tempo per lei è tutto relativo. Quindici anni o un giorno,non importa. L’accompagno a letto e mi chiede di pregare con lei. Io sono atea,agnostica. Sono anarchica e femminista. Tutto ciò che sta dall’altra parte della barricata. Soprattutto di questi tempi, in cui gli attacchi alla legge 194, alla libertà di scelta sessuale,all’accesso agli anticoncezionali, si fanno sempre più forti.

Ma lei mi fa questa richiesta. Mi vuole accanto questa sera. Prima di dormire vuole salutare sua madre con una preghiera. Non ho battuto ciglio. Ho unito le mani ed insieme abbiamo dedicato dolci parole a chi se ne è andato da questa terra.

l’ho fatto perchè prima di essere anarchica,femminista,atea sono un essere umano. E G. prima di essere psicotica è una persona. E in quel momento la nostra umanità si è incontrata.  Questo è stato un momento d’intimità,di condivisione e di crescita. Perchè l’intimità non è mostrare pezzi di corpo. E dell’intimità degli altri non ci si può appropriare. Vedo tanti corpi nudi,tutti i giorni. Vedo parti intime, sangue mestruale,culi sporchi. Vengo abbracciata,leccata,baciata dai ragazzi della comunità. Ma questo non è che uno strato superficiale di ciò che intendo per intimità. Intimo è quando siamo alla pari. Quando mi occupo con amore di quella pelle,di quel corpo,di quel culo. Quando rispetto me stessa e lo stesso rispetto lo rivolgo a qualunque essere umano anche se è psicotico.

Sono una operatrice, molte persone pensano che la difficoltà nel mio lavoro sia occuparsi dei corpi nudi.

Corpi molli,tondi,parti di ossa che sporgono dove non dovrebbero,imperfezioni,capelli che cadono,ventri gonfi per i psico-farmaci. E io amo quei corpi. E nessuno è legittimato a denigrare la nudità altrui. Nessuno è legittimato a scippare  pezzi del corpo,come fossero pezzi di dignità un tanto al kilo.

Sicuramente bisogna saper mettere a proprio agio la persona che nuda si pone davanti a te. Ma vedere un corpo nudo è davvero una delle cose che non considero nemmeno parte intima.

Difficile è saper uscire da sè stessi, non marcire dentro un’ idea,una legge,un vincolo. Non irrigidirsi perchè se ci si irrigidisce si è morti che camminano.

Posso pregare, anche se sono atea. Posso avere una spiritualità anche se non credo in Dio.

G. Mi ha detto che sua madre in paradiso gioca a carte. E a me questa immagine è piaciuta tanto. mi ha dato tanto calore.

Dio di misericordia
il tuo bel Paradiso
lo hai fatto soprattutto
per chi non ha sorriso
per quelli che han vissuto
con la coscienza pura
l’inferno esiste solo
per chi ne ha paura.(Fabrizio De andrè).

https://www.youtube.com/watch?v=LPKSubavxtE

p.s: Ogni riferimento a fatti,persone e cose è puramente casuale.

Annunci