Siamo immobili
come la Moldavia
Congelati nei sussurri come un fiocco di neve tra le vie di Mosca
Tristi e malinconici come Parigi senza poeti
Siamo il nodo in gola dell’indicibile
Produciamo un amore immortale
Un eterno ritorno di adii è la strada di petali appassiti che attraversiamo
E in ogni luogo tra un milione di persone riconosceremo i nostri sguardi
Il silenzio eterno si formerà come una voragine di parole:
Mai dette.Mai pronunciate.
Fatte di una storia di corpi abbracciati
Senza tempo
Senza nome
Senza patria.

(04/09/2012)

Annunci