Tag

, , , ,

I termini e le etichette sono un mezzo per orientarsi nel dialogo. Per questo quando si impone una dittatura politica e mediatica la lingua viene manipolata. Rispetto e tolleranza,secondo me, non hanno niente a che fare con i termini”quieto vivere”. Non bisogna più far pagare attraverso il corpo il quieto vivere. Per quieto vivere le donne non potevano mettere la gonne e oggi se vieni violentata e avevi la gonna c’è ancora chi sostiene che te la sei cercata.In un passato non troppo lontano in Italia, una donna era obbligata a sposarsi con il suo violentatore e oggi per separarsi e divorziare i tempi sono lunghissimi,le spese estenuanti,le possibilità di vivere dignitosamente, in modo autonomo sono praticamente impossibili. Per “quieto vivere” si consiglia alle donne di non girare sole la sera e le strade ci appartengono sempre meno ,se non attraversate insieme ai nostri tutori.

Ho sentito  da amici frasi tipo”ma se uno è gay perchè deve farlo sapere a tutti?”. E io rispondo:

perchè no? perchè non parlarne e non discuterne apertamente? non si parla altro di coppie dualiste,si fanno battute a sfondo sessuale sessiste e maschiliste ma se si parla di qualsiasi altro genere di sessualità ci si irrigidisce e infastidisce. Per il quieto vivere di chi? dei razzisti,fascisti,omofobi ,liberi di manifestare,picchiare e incutere timore?. 

Il quieto vivere ha creato dogmi,ha creato omertà,gabbie e soprattutto fobie.

“la mia libertà finisce quando inizia la tua” è una bella frase,potente ma può funzionare solo se usi la comprensione,la tolleranza,l’accettazione. quando comprendi che il mondo,le culture e le società diverse dalla tua sono una ricchezza.

informarsi,viaggiare e guardare il mondo senza sentirsi ne giudicante,ne giudicato costruisce dentro di te coscienza e un fiore che nasce nel campo della libertà per te e per l’altro. Chi da adito ai pruriti e ai fastidi interiori moralizza te,ma soprattutto se stesso.

la tolleranza è quando c’è qualcosa di lontano e diverso da te ma percepisci che ti può arricchire anche se non lo condividi. Senza importi,perchè non ci sarà MAI UN MONDO A TUA IMMAGINE E SOMIGLIANZA,RASSEGNATI. accetta,cresci,costruisci il rispetto attraverso l’apertura mentale e attraverso il tuo corpo, che fa parte di te e dove c’è la tua mente c’è anche la tua carne,il tuo respiro.

Immagine

 

Annunci